Ma soprattutto, perché?

Perché “il dragomanno”? Non serve che vi copincolli il contenuto dell’omonima pagina su Wikipedia. Per farla breve, la parola “dragomanno” rievoca il mio nome, il mio cognome, le sue possibili origini ottomane e, nondimeno, questo ruolo di mediatore culturale, di esploratore e conoscitore delle differenze e delle assurdità che per altre culture sono la normalità. Quindi è una parola fikissima, ergo il nome del blog.

Questa cosa che qualcuno definisce “blog”, in soldoni, serve a questo: parlare di esperienze che possono sembrare banali per alcuni e sconvolgenti per altri, sfatare miti su quanto è facile trovare lavoro fuori dall’Italia, raccontare le (dis)avventure di uno che è si è trapiantato all’estero e che, in attesa di trovare il suo primo lavoro con orari umani, occupa il suo tempo scattando foto in giro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...